Un mix di arte, scienza e gioco

Gli insegnanti della scuola

Perito agrario, consegue il diploma per giardinieri del comune di Roma. Frequenta la scuola agraria del parco di Monza e si specializza nella potatura di essenze arboree utilizzando le tecniche del treeclimbing. Da 15 anni lavora in proprio dedicandosi con passione alla realizzazione e alla manutenzione di giardini in collaborazione con architetti del paesaggio e professionisti del settore. Per lui il giardino è un sogno che si realizza con tenacia, leggerezza e conoscenza.
Architetto paesaggista, attraverso il progetto indaga i temi del disegno e della qualificazione dello spazio pubblico, del giardino e del paesaggio. Dal 2003 al 2005 collabora con lo Studio Franco Zagari, in Roma, di cui oggi è consulente in molte occasioni di progetto. É autore di progetti per concorsi premiati e pubblicati riguardanti parchi, giardini, playground e spazi pubblici urbani, in Italia e all’estero. Il suo saggio “Come scegliere le piante” è contenuto in Manuale di progettazione. Giardini (di prossima pubblicazione per la Mancosu Editore), a cura di Franco Zagari.
Nasce a Napoli, cresce su un altro vulcano con vista mare nei giardini delle Ville Pontificie. Comincia da bambino a imparare come comportarsi in giardino grazie a suo padre, e, più grande, lavora nel vivaio di suo nonno. Si lascia convincere da Petrarca e Virgilio e si laurea in Architettura del Paesaggio alla Sapienza, il suo tirocinio lo svolge in un vivaio nei dintorni di Nantes. Continua a lavorare nei giardini fuori casa e quando riesce li fa anche dentro.
Laureato in Garden Design alla University of Greenwich (UK 2000) e un master in Natural Resources presso il Virginia Tech (USA, 2009). Libero professionista, ha progettato e seguito la realizzazione di spazi privati che vanno dal piccolo terrazzo al parco, e giardini espositivi in molti paesi tra cui La Logique du Turnesol, 2004 Festival International de Chaumont-sur-Loire – Francia, e in Inghilterra, Italia, Francia, e negli Stati Uniti d’America, impegnandosi sempre per unire, ai desideri del cliente, estetica, funzionalità, rispetto per l’ambiente e, nei limiti del possibile, la sua sostenibilità. Dal 2006 cura la rubrica di planting design su “Gardenia” e dal 2009 “Dietro il giardino” sul Corriere della Sera. Ha inoltre curato il Gardening Passion Journal della Moleskine.
Bruno Filippo Lapadula è nato nel 1949 a Roma, dove si è laureato in Architettura nel 1973. Dal 1981 è il responsabile dello Studio Lapadula fondato nel 1930. Ha partecipato all’attività di cooperazione sull’ambiente di numerose Organizzazioni internazionali. Ha insegnato Progettazione dei Giardini e del Paesaggio all’Accademia di Belle Arti di Roma e Storia del Giardino e del Paesaggio all’Università di Roma 1. Attualmente è responsabile scientifico dei corsi su Giardini e Paesaggi Storici dell’IRViT-ARPEG della Regione Lazio. Ha pubblicato saggi su: Pianificazione urbana e regionale; Analisi dell’ambiente e del paesaggio; Storia del paesaggio e dei giardini.
Diplomata nel 1997 presso la Scuola Giardinieri del Comune di Roma, Blu Mambor frequenta successivamente il corso di progettazione di giardini della Scuola Agraria del Parco di Monza. Nel 2011 consegue la laurea in Architettura del Paesaggio presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Partecipa alla 16.ma edizione del “Festival International des Jardins di Chaumont-sur-Loire” con il progetto “Undergarden”. Nel 2014 realizza “Semisemini” nell’ambito delle “Follie d’Autore” del Festival del Verde e del Paesaggio su invito di Franco Zagari. Nel 2015 partecipa agli “Incontri del Terzo Luogo”, workshop di ricerca e trasformazione degli spazi urbani con Gilles Clément, in collaborazione con Coloco, Labuat e LUA. Svolge la libera professione, principalmente a Roma, progettando e realizzando giardini e terrazze. Collabora con diversi studi di architettura.
Bruna Pollio si laurea in Biologia presso l’Università Federico II di Napoli. Ha insegnato Botanica orticola, cioè applicata alla progettazione del verde, in Corsi e Master di Progettazione del Giardino e del Paesaggio presso le Università Mediterranea di Reggio Calabria, Federico II di Napoli, Accademia di Belle Arti di Roma, Università di Roma Tre. Ha contribuito alla realizzazione di giardini pubblici e privati in Italia e Francia.
Eta Beta è il nome da fumetto del vivaio di ninfee, fior di loto e altre meraviglie acquatiche di Gianni Ricci ed Enza Romano. Idrobiologo lui, florovivaista lei, creano nel 1987 il primo vivaio di piante acquatiche italiano. Dopo quasi trent’anni la loro collezione privata conta 750 tra specie e cultivar di piante acquatiche e palustri e fa di loro i maggiori esperti anche per la creazione di bio piscine, bio laghi e fito depurazione.
Laureata in Scienze Biologiche, ha illustrato alcuni libri per varie case editrici italiane e per pubblicazioni di Musei, Fondazioni e strutture di ricerca pubbliche e private. Sue opere sono apparse su vari mensili e quotidiani e su molti cataloghi d’arte. Alcuni suoi lavori sono presenti in collezioni, quali l’Hunt Institute for Botanical Documentation, la Carnegie Mellon University, Pittsburgh – USA; il Centro di documentazione dell’Illustrazione Contemporanea – Comune di Bolzano; la Fondazione Universitaria Salerno (UNISA); la Fondazione Nazionale Collodi e varie collezioni private. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero (Hannover, Pittsburgh, Washington, Barcellona, Londra). Nel 2000 ha pubblicato come co-autrice e illustratrice il libro “Universo Albero”, Macro Edizioni.
Giardiniera al fianco del nonno fin da bambina, dopo una prima gioventù dedicata al teatro e allo studio della storia dell’arte, nel 2011 consegue la laurea in Architettura del Paesaggio presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Per alcuni anni lavora in un vivaio romano come progettista e responsabile dei lavori, ma alla fine del 2015 decide di dedicarsi alla libera professione, affiancando alla progettazione di terrazze e giardini, gli allestimenti floreali e la realizzazione di microgiardini.